Tim Cook: "essere gay è un dono e non una limitazione"

Tim Cook gay

Tim Cook afferma che essere gay non è “una limitazione”.

L’amministratore delegato di Apple ha fatto coming out nel 2014 e in precedenza ha già spiegato che ha deciso di farlo dopo aver ricevuto lettere da bambini vittime di bullismo e vicini al suicidio.

E ora, mentre parla con People Espanol, Tim Cook ha detto che non ha rimpianti per avere fatto coming out e ha detto che essere gay non è “una limitazione”.

Ha detto:

“Posso parlare per ciò che mi riguarda, e credo che essere gay mi dia un livello di empatia che penso sia probabilmente molto più alto della media perché è come se facessi parte di una minoranza. E penso che quando sei una maggioranza, anche se intellettualmente puoi capire cosa significa essere in minoranza, è una cosa intellettuale. Essere gay non è un limite. È una caratteristica che spero, come me, anche gli altri capiscano essere il più grande dono di Dio. Questo è quello che spero: far arrivare quel messaggio a tutti i bambini alle prese con la loro identità che non sono sicuri di essere abbastanza resistenti o abbastanza bravi, o si sentono inferiori in qualche modo, o peggio, sono ostracizzati o altro. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *