Hallmark Channel rimuove spot LGBT+ – Omofobia sotto l'albero

hallmark channel, omofobia contro spot lgbt+

Gli Stati Uniti sono un universo a parte in questo grande e gloéalizzatissimo mondo, e in quanto a TV sappiamo anche quanto gli piaccia avere un canale per ogni tipo di audience.

Succede quindi che Hallmark Channel, notoriamente indirizzato ad un pubblico conservatore e familiare, si pieghi alle forze dei gruppi anti-LGBT+ americani e decida di rimuovere uno spot, innocuo, e bellissimo che mitrare due spose intente a dirsi il loro importantissimo “sì”.

Lo spot fa parte di una serie di 6 spot televisivi della società di Wedding Planners Zola, ma questo spot in particolare ha attirate le “ire funeste delle cagnette” (per dirla con parole più poetiche), nella fattispecie del gruppo One Million Mums che subito organizzato una petizione per chiedere al canale di eliminare lo spot dai propri palinsesti.

La Hallmark Channel ha dunque giustificato la rimozione con queste parole:

la decisione di non trasmettere delle pubbliche dimostrazioni d’affetto così esplicite, a prescindere da chi siano i soggetti, è in linea con le nostre politiche attuali che includono il non mandare in onda pubblicità a sfondo politico, linguaggio offensivo, film dal contenuto non adatto ai minori e diverse altre categorie”.

Ma cosa in questo video non sarebbe adatto ai minori? Cosa rappresenterebbe, sempre in questo video, linguaggio offensivo?

Inutile dirlo, ma on-line (twitter soprattutto), le polemiche e le critiche al canale sono tantissime, perché sempre Hallmark Channel continua a far passare una pubblicità di Zola dove a baciarsi è una coppia eterosessuale, eppure qui nessuno ha parlato di “linguaggio e o contenuti offensivi”… chissà perché?

La società Zola ha però comunicato:

Siamo al 150% dalla parte di questo spot pubblicitario. Vogliamo che tutte le coppie si sentano benvolute e celebrate, e non chiuderemo mai le porte a nessun tipo di amore nelle nostre pubblicità”.

E anche in questo caso, l’omofobia è servita sotto l’albero.

fonte CNBC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.