The First Temptation of Christ: giudice brasiliano ordina l'oscuramento da Netflix.

The First Temptation of Christ - Ilpuntoh

Ancora guai per la serie che fa discutere i cattofascisti e timoraty di Dyo in tutto il mondo: un giudice brasiliano ha ordinato a Netflix di ritirare dalla piattaforma il film che raffigura Gesù Cristo nei panni di un ragazzo gay.

Prodotto dal gruppo comico di YouTube brasiliano Porta dos Fundos – il cui quartier generale è stato preso di mira da un attentato con bombe alla vigilia di Natale – il film di 46 minuti mostra Gesù che torna a casa per un trentesimo compleanno a sorpresa con il suo “amico” Orlando.

L’anno scorso, quasi due milioni di persone hanno firmato una petizione su Change.org chiedendo che la commedia brasiliana The First Temptation of Christ, che è disponibile per lo streaming su Netflix UK, venisse rimossa dalla piattaforma e bandita perché “offende i cristiani”.

Ora un giudice di Rio de Janerio, Benedicto Abicair, ha emesso una sentenza in risposta alla petizione sostenendo che il film ha ferito l ‘”onore di milioni di cattolici”, stando a quanto riferito da Sky News.

Il giudice ha affermato che la rimozione del film è “benefica non solo per la comunità cristiana, ma per la società brasiliana che è principalmente cristiana”.

La compagnia di produzione dietro la commedia ha difeso il suo film come legittima libertà di espressione di fronte alla rabbia dei gruppi religiosi.

La comunità LGBT+ in Brasile – che ha la più grande comunità cristiana nel mondo – sta attualmente affrontando problemi in corso dopo che il presidente di estrema destra e estremamente omofobo, Jair Bolsonaro ha preso di mira la comunità.

Eduardo Bolsonaro, figlio del presidente, anche egli ferocemente razzista e omofobo, si è scagliato contro il film sui social media, scrivendo: “Sosteniamo la libertà di espressione, ma vale la pena attaccare la convinzione dell’86 percento della popolazione?”

Nonostante il contraccolpo degli zeloti religiosi che han fatto schiuma alla bocca, i produttori di The First Temptation of Christ, parlando tempo fa al The Sun avevano dichiarato: 

“Apprezziamo la libertà artistica e l’umorismo attraverso la satira sui temi culturali più diversi della nostra società e crediamo che la libertà di espressione è una costruzione essenziale per un paese democratico “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.