Medico offende paziente sedato:" dimmi tu se devo operare questi froci!"

medico offende con insulti omofobi paziente durante operazione

Il medico, secondo quanto comunicato dall’azienda sanitaria locale di Varese, è stato sospeso dal servizio.

È stato reso noto oggi che il 25 marzo, in piena emergenza Covid, un primario dell’azienda sanitaria Sette Laghi che operava in quel momento all’ospedale di Cittiglio,  senza motivo ha iniziato ad insultare il paziente che in quel momento era in anestesia profonda proferendo ad alta voce le parole:
Ma guardate se io devo operare questo fr***o di merda . Non è giusto che in questo periodo di emergenza debba perdere tempo per operare questi fr**i”.
Quanto appena riportato, purtroppo, non è una novità per la comunità LGBT+ italiana, che troppo spesso viene presa di mira anche in ambienti sanitari, rischiando di non potere avere accesso (garantito per legge, ma amministrato da esseri umani, purtroppo) al servizio sanitario nazionale per cure d’urgenza, o magari avendone facilmente accesso ma venendo poi preso di mira da scherni e offese a sfondo omofobo. In particolare, la situazione diventa drammatica per le persone Trans e per le persone HIV+ che devono accedere ai servizi ambulatoriali, che spesso per loro diventano un incubo pieno di discriminazioni e pregiudizi.
Ciò che è successo è l’ennesimo e chiaro segnale che una legge contro l’omotransfobia è urgentemente necessaria!
 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.